NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 

32ª brigata Garibaldi, Castelnovo ne' Monti (Reggio nell'Emilia), novembre 1944 - febbraio 1945 - Ente

 

Tipologia

Ente

 

Forma autorizzata del nome

32ª brigata Garibaldi, Castelnovo ne' Monti (Reggio nell'Emilia), novembre 1944 - febbraio 1945  Linked Open Data: san.cat.sogP.95826

26ªbis brigata Garibaldi, Castelnovo ne' Monti (Reggio nell'Emilia), luglio - novembre 1944

144ª brigata Garibaldi Antonio Gramsci, Castelnovo ne' Monti (Reggio nell'Emilia), febbraio - giugno 1945

 

Altre denominazioni

144ª brigata Garibaldi Antonio Gramsci

      26ªbis brigata Garibaldi

      32ª brigata Garibaldi

 

Data di esistenza

1944 lug - 1945 giu

 

Sede

Castelnovo ne' Monti (Reggio nell'Emilia)

 

Natura giuridica

privato

 

Descrizione

La 144ª brigata Garibaldi Antonio Gramsci rappresentò l'evoluzione e il definitivo ordinamento di una formazione attiva sull'Appennino reggiano fin dall'estate del 1944 e nota inizialmente sotto la denominazione di 26ªbis brigata Garibaldi; a partire dal novembre dello stesso anno la brigata mutò il proprio numerale in 32ª, per essere infine conosciuta come 144ª solo a seguito della globale riorganizzazione delle formazioni garibaldine avvenuta tra il gennaio e il febbraio 1945. Fino al dicembre 1944 la brigata fu posta sotto il comando di Fausto Pattacini (alias Sintoni), già a capo di un distaccamento intitolato ai fratelli Cervi operante nella zona del val d'Enza, con Reclus Malaguti (alias Benassi) quale commissario politico; Pattacini - passato al comando della 37ª brigata Gruppi di azione patriottica (GAP) - fu poi sostituito da Pietro Galassini (alias Zorro), che guidò la formazione fino alla vigilia della liberazione: con la riorganizzazione delle forze partigiane reggiane in raggruppamenti e poi in divisioni, Galassini fu difatti nominato vicecomandante della 1ª divisione Garibaldi, cosicché al comando della 144ª brigata fu assunto il suo vice Otello Salsi (alias Gino), con commissario politico Piero Spaggiari (alias Nerio). Nel corso della guerra di liberazione la brigata operò principalmente tra il fiume Enza e la strada del Cerreto, per attestarsi infine sulla linea Ciano-Grassano-Pecorile; durante la ritirata delle forze armate tedesche, tra il 24 e il 25 apr...

 

Sistema aderente

SIUSA. Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche.

 

URL Scheda provenienza