NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 

284ª brigata Fiamme verdi Italo, Ventasso, Toano, Villa Minozzo (Reggio nell'Emilia), aprile - giugno 1945 - Ente

 

Tipologia

Ente

 

Forma autorizzata del nome

284ª brigata Fiamme verdi Italo, Ventasso, Toano, Villa Minozzo (Reggio nell'Emilia), aprile - giugno 1945  Linked Open Data: san.cat.sogP.95821

Battaglione Fiamme verdi del Cusna, Ligonchio, Toano, Villa Minozzo (Reggio nell'Emilia), gennaio - giugno 1945

Brigata Fiamme verdi, Ligonchio, Toano, Villa Minozzo (Reggio nell'Emilia), settembre 1944 - giugno 1945

Brigata della montagna, Ligonchio, Toano, Villa Minozzo (Reggio nell'Emilia), agosto - settembre 1944

 

Altre denominazioni

Brigata Fiamme verdi

      Battaglione Fiamme verdi del Cusna

      284ª brigata Fiamme verdi Italo

      Brigata della montagna

 

Data di esistenza

1944 set 03 - 1945 giu

 

Sede

Ventasso (Reggio nell'Emilia), Toano (Reggio nell'Emilia), Villa Minozzo (Reggio nell'Emilia)

 

Natura giuridica

privato

 

Descrizione

La brigata Fiamme verdi fu costituita nei primi giorni del settembre 1944 dal Comitato di liberazione nazionale (CLN) e dal Comando unico zona di Reggio Emilia per dare risposta all'esigenza - manifestata dalla componente democratico-cristiana della Resistenza reggiana - di disporre di una formazione distinta dalla brigate garibaldine di ispirazione comunista. Già nel precedente mese di agosto i rappresentati della Democrazia cristiana (DC) e del Partito comunista italiano (PCI) avevano tentato, senza successo, di porre rimedio alla scissione consumatasi sull'Appennino reggiano tra i partigiani di diverso orientamento politico, a seguito della quale era sorta una "Brigata della montagna" di ispirazione cattolica agli ordini di don Domenico Orlandini (alias Carlo). Tuttavia il rifiuto opposto dai comunisti di abolire la denominazione di brigate Garibaldi e di rinunciare ai segni esteriori dell'appartenenza politica, determinarono l'interruzione delle trattative e la conseguente richiesta di intervento degli organismi politico-militari di vertice. Nel corso di un incontro svolto tra il 3 e il 4 settembre 1944 nella frazione di Poiano del comune di Villa Minozzo, i delegati del CLN, del Comando piazza e delle formazioni della montagna autorizzarono così la costituzione di una brigata Fiamme verdi che sarebbe stata posta sotto la guida di Orlandini, e disposero che i volontari scegliessero se rimanere nelle brigate Garibaldi o se passare nella nuova formazione di orientamento...

 

Sistema aderente

SIUSA. Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche.

 

URL Scheda provenienza