NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 

De Cesare, Città di Castello (Perugia), sec. XIX prima metà - - Famiglia

 

Tipologia

Famiglia

 

Forma autorizzata del nome

De Cesare, Città di Castello (Perugia), sec. XIX prima metà -  Linked Open Data: san.cat.sogP.12796

 

Altre denominazioni

De Cesare

 

Data di esistenza

sec. XIX prima metà -

 

Descrizione

Famiglia originaria di Spinazzola, in provincia di Bari, alla fine del XIX secolo si trasferì a Città di Castello, dove ancora vivono alcuni eredi. Tra i personaggi più illustri della famiglia si ricordano Carlo, Michelangelo, Raffaele, Antonio, Raffaele di Antonio. Carlo De Cesare (1824-1882) studiò giurisprudenza a Napoli, dove divenne magistrato. Si dedicò a studi di carattere storico, economico ed amministrativo. Patriota di idee liberali moderati, partecipò ai moti del 1848, visse alla macchia, subì un processo e fu confinato. Tornato a Napoli, svolse attività giornalistica e politica a fianco dell'amico Giovanni Manna. Divenne direttore generale delle finanze sotto Ferninando II e mantenne l'incarico anche successivamente. Dopo l'Unità d'Italia Carlo fu deputato e chiamato a far parte di numerose commissioni del governo; nel 1876 venne nominato senatore. Percorse anche una brillante carriera nell'amministrazione dello Stato, lavorando presso il Ministero delle finanze, la Corte dei conti, il Ministero dell'industria e commercio. Michelangelo De Cesare si laureò in giurisprudenza a Napoli. Svolse attività patriottica con il fratello Carlo e fu condannato due volte al domicilio coatto da parte del governo borbonico. Divenuto magistrato, ricoprì varie cariche a Lecce, Avellino, Napoli e Roma. Nel 1892 fu eletto senatore. Raffaele De Cesare (1845-1918), figlio di Antonio de Cesare e di Teresa Mandoj, fu giornalista, storico, deputato e senatore. Interessato soprat...

 

Sistema aderente

SIUSA. Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche.

 

URL Scheda provenienza