NOTIZIE IN EVIDENZA

 

VEDI ANCHE...

 

Whithaker, Palermo, sec. XIX - sec. XX - Famiglia

 

Tipologia

Famiglia

 

Forma autorizzata del nome

Whithaker, Palermo, sec. XIX - sec. XX  Linked Open Data: san.cat.sogP.12179

 

Altre denominazioni

Whitaker

 

Data di esistenza

sec. XIX - sec. XX

 

Descrizione

Nel 1812 Beniamino Ingham dalla Gran Bretagna si trasferiva a Palermo e vi costituiva la Casa di Commercio Ingham e C. dedicandosi all'importazione dall'Inghilterra di tessuti di lana e di cotone. Lo stesso anno, Ingham creò a Marsala, con la collaborazione di Richard Stephens, una manifattura per la produzione di vini all'uso di Madera. Nel 1819 il nipote Joseph si trasferì in Sicilia per aiutare lo zio nelle sue attività e il 18 marzo 1837 sposò Elisa Sophia Sanderson, che era nata a Messina il 23 luglio 1816. Il 10 marzo 1850 Sophia dette alla luce l'ottavo dei suoi dodici figli, Joseph Isaac, noto da familiari e amici come Pip. Dopo aver compiuto gli studi elementari a Malta, Pip si trasferì a Palermo nel marzo del 1860 e nel 1883 Pip prese in moglie Caterina Paolina Anna Luisa Scalia detta Tina, nata a Londra il 12 novembre 1858 da Alfonso Scalia e da Giulietta Cordelia Anichini. Il 17 ottobre 1884 moriva il padre di Pip che insieme ai fratelli Robert e Joshua ereditarono anche lo stabilimento vinicolo Ingham-Whitaker di Marsala. L'anno dopo moriva la madre e Joseph, che intanto aveva aggiunto al proprio cognome quello di Spadafora, che gli proveniva dalla prozia, duchessa Alessandra di Santa Rosalia moglie di Benjamin Ingham senior, concepì l'idea di costruirsi una grande e sontuosa dimora. Acquistò un fondo rustico nella contrada Malfitano all'Olivuzza di Palermo. Dopo tre anni dall'inizio dei lavori, Pip e Tina, con le due piccole figlie Sophia Juliet Emily Eleono...

 

Sistema aderente

SIUSA. Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche.

 

URL Scheda provenienza